Disturbo da sintomi somatici: la malattia che non si trova

il disturbo che evidenza la connessione mente e corpo

Disturbo da sintomi somatici: la malattia che non si trova
Pagina creata: 17 Marzo 2020
Ultima modifica: 7 Maggio 2020

Il disturbo da sintomi somatici è caratterizzato dalla presenza di sintomi fisici che non sono riconducibili a una diagnosi di malattia precisa. I sintomi possono causare un intenso malessere fisico alla persona e hanno, comprensibilmente, un impatto negativo sulla qualità di vita. La particolarità di questo disturbo è la componente psicologica che si aggiunge a quella fisica.

 

Ex ipocondria

In passato questo disturbo veniva associato alla definizione di ipocondria, come anche il più recente Ansia di malattia, per la presenza di una componente cognitiva, emotiva e comportamentale. Infatti, il malessere fisico si collega ad un'intensa preoccupazione, all'ansia derivante e ai comportamenti specifici per gestire il tutto.

Il quadro veniva considerato "semplice" ipocondria in mancanza di una diagnosi medica. L'etichetta marchiava ingiustamente la persona come eccessivamente ansiosa e non realmente affetta da un disturbo organico.  Oggi la prospettiva è cambiata.

 

Il nucleo della patologia

Il focus del disturbo è la presenza di sintomi che non hanno una spiegazione medica o non si adattano a una diagnosi medica specifica. I sintomi procurano, oltre a un malessere fisico, anche un disagio psicologico significativo. Molti disturbi mentali, inizialmente sono connotati da una componente fisica, per es quelli dello spettro depressivo o ansioso. In questo caso, è difficile stabilire se nasca prima il sintomo fisico o lo stato cognitivo-emotivo-comportamentale caratteristico. 



Disturbo da sintomi somatici: le caratteristiche cliniche

Stando ai criteri del "Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali - quinta edizione (DSM-5), il disturbo da sintomi somatici è caratterizzato da uno o più sintomi di natura fisica che procurano un malessere significativo. Questi sintomi sono sempre associati a pensieri esagerati, circa la gravità del proprio stato di salute. I sintomi tendono ad essere persistenti, anche se possono variare per numero e intensità.

 

Tipologia di sintomi somatici

I sintomi fisici possono riguardare diversi distretti del corpo, per es. stomaco, pelle, articolazioni. Il sintomo può presentarsi anche, soltanto, come un dolore costante, in una zona specifica. 

 

Caratteristiche psicologiche del disturbo

I sintomi causano un malessere psicologico reale, a prescindere dalla mancanza di spiegazione medica. Lo stato fisico produce numerosi pensieri, con focus sulla loro gravità, il significato e l'esito. Vengono vissuti come un danno, una minaccia o con un intenso fastidio. Occupano ogni momento libero nella vita della persona e finiscono per essere una caratteristica importante della stessa. Hanno ricadute anche sulle relazioni. 
 


Comportamenti associati al disturbo da sintomi somatici

 La persona può trascorrere molto tempo a preoccuparsi o ad indagare la natura dei sintomi. Per esempio, può passare molte ore sui libri alla ricerca di una diagnosi, navigando su internet chiedendo, magari, un confronto sui forum dedicati. Spesso si reca dal medico di base con la richiesta di accertamenti e visite specialistiche. 

 

Disturbi da sintomi somatici: come si cura?

L'intervento in psicoterapia è prima di tutto psicoeducazionale. Viene approfondito il funzionamento mentale  generale e quello cognitivo ed emotivo, specifico della persona. Lo scopo  è ridurre il numero e l'intensità dei pensieri preoccupati. In particolare, poi, si lavora sull'ansia eccessiva che si ripercuote a livello mentale, ma a lungo termine anche sul fisico.

Per la parte comportamentale, infine, ci si focalizza sul ri-apprendimento di una corretta attribuzione delle sensazioni e percezioni fisiche. Rispetto alle azioni di controllo, si interviene sui i comportamenti che mantengono e intensificano il malessere. L'intento è modificare quelli disfunzionali, per imparare a gestire il disturbo con strategie alternative più utili al benessere. 

 

 

Ti potrebbe interessare anche: "Ansia eccessiva per la salute: il male di vivere per paura di ammalarsi"

- Dr.ssa Giuseppina Di Carlo
Questo sito web utilizza cookies, anche analitici, di terze parti. Proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso. Per saperne di più consulta la privacy policy